ADESIONI

5eb29cd9836fc5a54360639bc3758b2f.jpg
Giovedì 20 settembre, ore 12 – Piazza Unità d’Italia (FIRENZE) 

A pochissime ore dal lancio ufficiale dell’iniziativa da parte dei Repubblicani Europei di Firenze, sono già arrivate numerose es importanti adesioni (trovate i relativi link nell’apposito spazio):

  • Direzione Nazionale MRE e varie sezioni sparse sul territorio
  • Partito Repubblicano Italiano (Dir. Provincialele di FI)
  • MRE sez. Lucca insieme al Comitato civico XX Settembre
  • Partito Liberale Italiano (Dir. Provinciale di FI)
  • Gruppo Centouno (Pensalibero.it)
  • Mina Welby (moglie di Piergiorgio – blog il Calibano)
  • Controradio FM 93.6 – 98.9 (speciale in onda alle ore 12)
  • Fabrizio Dazzi (Segr. Provinciale UIL – FPL)
  • Luca Bagatin (Blog Liberalsocialista) 
  • No GOD (Atei per la libertà degli Stati)
  • Associazione Radicale Enzo Tortora (manifestazioe a Milano)
  • Resistenza Laica (Giornalismo Partecipativo)
  • Partito Laico (pensiero repubblicano, socialista e Liberale)
  • Ileana Peris (artista e fotografa “uno straccio di Laicità”)
  • Alcuni membri del Meet-up fiorentino di Beppe Grillo

e tanti altri singoli e comuni cittadini !! Sarà davvero un grande momento di riaffermazione dello Stato Laico, ogni ulteriore adesione sarà prontamente comunicata su questo spazio.

Invito chiunque a postare la propria adesione (commento qua sotto), grazie !!

Un ideale abbraccio,

Daniele Massarri

ADESIONIultima modifica: 2007-09-12T18:00:00+02:00da mre.firenze
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “ADESIONI

  1. Bella ed importante iniziativa Daniele, sarò lieto di parteciparvi poichè sono sicuro che sia stata organizzata PER riaffermare una sana, civile e pacifica visione del ruolo dello Stato e della politica, in un ottica di bene comune ricordando tutti coloro che si sono dati per un’idea che ha fatto nascere la nostra nazione, una ed indivisibile, per fortuna oggi legata ai destini di una comunità più ampia.

    Penso comunque che, in un paese che abbia bisogno di lottare per ricordare questo non si possa vivere felici o almeno in pace con coloro che hanno opinioni diverse, ma così è purtroppo da tanto tempo; il confronto è difficile e faticoso, ed inconsciamente (ma non sempre …) continuiamo a cercare eroi da consacrare una volta sbeffeggiati e caduti sotto i colpi della morale comune e dei grandi numeri. Quanta ipocrisia e malafede!

  2. Penso che come laici (liberalsocialisti, repubblicani, liberali…) indipendentemente dagli schieramenti nei quali ci collochiamo o non ci collochiamo, sia necessaio fare pressione affinché il 20 settembre torni ad estere festa nazionale e magari potremo intitolarla non solo all’Unità d’Italia ma anche quale festa della laicità dello Stato e per la libertà di ricerca scientifica di concerto con le associazioni che operano in tal senso (penso ad esempio all’Associazione Luca Coscioni e a Mina Welby con la quale sono in costante contatto).

    Ogni anno sulla stampa locale di Pordenone faccio pervenire un’articolo in tal senso e qualche anno fa organizzai anche qui da noi un volantinaggio a tappeto in tal senso con degli amici liberali, pur nell’isolamente di tutte le forze politiche (radicali e socialisti comprese, ahimnoi…).

    Un caro saluto e teniamoci in contatto.

  3. MRE Lucca:Commemorazione del 20 Settembre, ore 11 – Piazza XX Settembre
    20/09/2007
    I Repubblicani Europei di Lucca, sostengono e aderiscono all’iniziativa “Sempre sulla Breccia” promossa dalle Segreterie Provinciale e Comunale di Firenze.

    Alle ore 11 di giovedì 20 Settembre, in Piazza XX Settembre,(adiacente a Piazza Napoleone),
    assieme agli Amici del XX Settembre parteciperemo alla deposizione di una corona di fiori
    con contestuale osservanza di un minuto di silenzio.

    Insieme al Comitato degli Amici del XX Settembre, che commemorano l’evento da oltre quarant’anni, i Repubblicani Europei di Lucca intendono significare con questa iniziativa, che si svolgerà contemporaneamente in molte altre città italiane,
    l’importanza dei valori laici che sono alla base dei Principi enunciati nel dettato costituzionale, quali baluardo di garanzia e rispetto della libertà di coscienza e di scelta di ogni singolo cittadino.
    In quel giorno di 137 anni fa fu deciso il destino dell’Italia, la sua unità ed indipendenza dal potere temporale della Chiesa.
    Dobbiamo rendere omaggio a quei coraggiosi patrioti italiani, alcuni noti ma la maggior parte anonimi, che combattendo con estrema dedizione e spesso morendo, diedero al nostro paese una unità fino ad allora negata.
    Essi furono uomini giusti, veri ed appassionati, che con le loro azioni e rischiando personalmente, fondarono il nostro Stato, con quei valori di libertà e di unità che noi oggi, in modo troppo spesso blando, definiamo Patria.
    La bandiera tricolore, bianca, rossa e verde, fu il simbolo concreto di tale lotta che vide uniti repubblicani e liberali, volontari, garibaldini, carbonari e semplici cittadini italiani.
    Gli ideali di giustizia e libertà che essi portarono avanti in quella lotta, furono associati alla speranza che il futuro Stato Italiano potesse esprimere concretamente tali ideali, dando così vita ad un luogo fisico, una patria, dove attuare tali speranze.
    Ancor oggi, silenziosamente grati, alcuni italiani ricordano quel sangue e quegli sforzi
    Marcella matelli

  4. Aderisco alla vostra iniziativa, perchè i diritti di tutti i cittadini vengano laicamente rispettati e la libertà di coscienza non rimanga soltanto un desiderio. Parteciperò all’iniziativa dell’Associazione Radicale Piero Welby a Cremona davanti alla lapide del capitano dei bersaglieri Giacomo Pagliari, caduto nell’assalto di Porta Pia.

I commenti sono chiusi.